skin1
skin-sx

Blog

Come promuovere la tua agenzia sul web
21/01/2019

Massimo ha 28 anni, un lavoro onesto e un piccolo grande sogno nel cassetto: acquistare quella casa che ha sempre desiderato. Sempre più spesso lo vedo perso tra portali e annunci immobiliari di case bellissime …che forse non acquisterà mai, non oggi. Ma questa è un’altra storia. Massimo è lo specchio di una società che chiede, brama, desidera fortemente un tetto per se e per la sua famiglia. Non importa se oggi non potrà acquistare la casa dei suoi sogni. Forse domani, fra un anno o  3, troverà quel coraggio che oggi non ha, oppure troverà quell’occasione a cui non riuscirà proprio a rinunciare.

E’ qui che entriamo in scena noi, consulenti immobiliari. Quando Massimo deciderà di fare questo grande passo a chi si rivolgerà? Probabilmente non a te, consulente immobiliare troppo preso tra una chiamata e l’altra, tra una affissione e un'altra, incastrato tra un sopralluogo e un modulo da compilare. In una parola, troppo occupato a rincorrere persone che in realtà ti stanno già cercando, troppo cieco da non vedere tutte le opportunità che il web ti mette a disposizione.

La buona notizia è che non è ancora troppo tardi per la tua redenzione.

Non ci crederai, ma la maggior parte dei tuoi colleghi si comporta esattamente come te.

Continua a seguirmi su questo blog e scoprirai quali sono le migliori strategie per promuovere la tua agenzia immobiliare sul web. Comincia oggi questo viaggio alla scoperta del web marketing immobiliare, arriva fino alla fine dell’articolo …non te ne pentirai.

ONNIPRESENTE E ONNIPOTENTE

Un concetto di cui spesso oggi si sente parlare nel web marketing è quello di essere omnichannel, cioè avete tutti i propri touch point (punti di contatto) correttamente settati e in target. Il nostro obiettivo finale sarà quello di stare proprio lì, dove i nostri clienti stanno (più avanti capiremo che tuttavia non è importante soltanto essere presenti, ma piuttosto saper comunicare correttamente i nostri messaggi).

Quali sono i principali canali online a cui non puoi proprio rinunciare?

Sito web

Il tuo biglietto da visita, la tua vetrina sul mondo, dicono. Niente di più sbagliato. Il sito web, se correttamente gestito e aggiornato, può essere uno strumento dinamico importantissimo per raggiungere un pubblico molto vasto. E tu vuoi essere vetrina per passanti distratti o lasciare il tuo pubblico incollato allo schermo? Andiamo ad analizzare cosa non dovrebbe mancare in un sito web immobiliare:

 

  • Una struttura ad albero snella, impattante e graficamente accattivante che permetta ai tuoi visitatori di navigare agevolmente attraverso tutti i tuoi contenuti. Si parte dall’ Header (la parte alta del tuo sito web), la tua copertina, il tuo tappetino di benvenuto che solitamente racchiude Il logo della tua agenzia. Una delle più comuni best practice è quella di inserire qui un link alla home page, cosicché ovunque l’utente si trovi, sia sempre possibile in un click ritornare alla pagina iniziale. Assicurati che la barra di navigazione sia chiara e, anch’essa, sempre accessibile da qualunque parte del sito. Infine cerca di fare in modo di rendere i tuoi contatti quanto più visibili possibile. Una buona idea può essere quella di inserire dopo un determinato numero di secondi dall’accesso al sito, una call to action all’iscrizione alla tua newsletter, soprattutto in vista di una strategia di lead generation (ma parleremo più avanti di strategie di email marketing e di contenuti).

 

  • Una sezione ben curata e di facile consultazione che raccolga costantemente tutti i tuoi annunci immobiliari, con particolare attenzione alla qualità delle foto e ai testi in ottica SEO. Come anticipato prima, nei prossimi articoli ci concentreremo sulla qualità dei contenuti e su come diversificare un annuncio immobiliare. Non dimenticare di inserire i filtri di ricerca per facilitare il compito all’utente finale: l’usabilità del tuo sito sarà una delle componenti principali affinchè il visitatore trascorra più tempo possibile su di esso.

 

  • Blog. Sappiamo tutti ormai che l’unica possibilità che oggi un sito ha per indicizzarsi organicamente nella jungla di Google è quella di avere un blog costantemente aggiornato che parli di te, della tua agenzia, del team, delle tue strategie. Ogni realtà ha la sua piccola grande storia da raccontare, non essere avaro nei contenuti, attrai, stupisci ed emoziona il tuo pubblico; trasforma il tuo blog in una risorsa di riferimento per professioni del settore. Più tempo le persone trascorreranno sul tuo blog,  più le persone navigheranno tra le categorie del tuo sito, o tra i vari articoli del tuo blog, più si ridurrà la frequenza di rimbalzo (o bounce rate in inglese) che sta ad indicare la percentuale di visitatori che si limitano a visitare una sola pagina del sito web in cui sono atterrati. Garantirsi un basso bounce rate sarà uno dei tanti elementi che ci permetteranno nel medio termine di ricevere le attenzioni e le coccole di mamma Google.

 

  • Landing Page. Ne avrete sicuramente sentito parlare negli ultimi tempi. Sissignore, la landing page è uno degli strumenti oggi più potenti a vostra disposizione per la conversione dei tuoi visitatori. Ma che cos’è una landing page? Si tratta di una pagina web di rapida consultazione, esterna al tuo sito, strutturata per perseguire obiettivi di conversione molto specifici e utilizzata nel web marketing come destinazione delle campagne di advertising provenienti dai social o altre fonti si traffico. 

 


Social Media

Dove sono oggi i tuoi clienti …se non sui social? Ma ci sono delle regole da rispettare per una buona permanenza in “casa d’altri”: le persone non sono sui social per acquistare, vendere o affittare casa, le persone sui social cercano intrattenimento. Questa sarà la tua parola d’ordine! Vediamo quali sono alcune tra le best practice da seguire e quali atteggiamenti invece evitare sui social.

 

  • Avere un profilo privato invece che una pagina per la tua agenzia. Il profilo privato nasce per un uso personale e non andrebbe mai mescolato con il proprio business. Così facendo incorrerai nell’effetto contrario di inimicarti il tuo network di amici, conoscenti e parenti e mostrarti ai loro occhi come una persona boriosa. Tieni il tuo lavoro lontano dai tuoi profili personali!

 

  • La tua pagina aziendale è la tua seconda casa, trattala come tale. Inizia a vedere i tuoi canali social business come una estensione naturale della tua agenzia. Cosa vorresti comunicare ai tuoi clienti? La prassi più comune è quella di pubblicare ossessivamente l’ultimo annuncio immobiliare, senza curare minimamente l’aspetto esperienziale col tuo cliente. Una pagina che fa questo è come la vetrina di una agenzia chiusa al pubblico. Fredda, inutile, vuota, capace di attirare solo qualche passante quà e là. Vuoi essere scatola chiusa o porta aperta?

 

  • Porta online i dati che raccogli nella tua agenzia e crea contenuti fatti su misura per i tuoi clienti. Come consulente immobiliare di grande esperienza ormai conoscerai esattamente il profilo ideale di quella che viene definita come buyer personas, il tuo cliente tipo. Rispondi prima a queste domande:

 

  1. Di cosa si occupa?
  2. E’ sposato?
  3. Ha figli?
  4. Preferisce un monolocale, un bilocale, o un attico con vista sulla città?
  5. Quale è la sua professione e quale il suo reddito?
  6. Dove trascorre le vacanze?
  7. Cosa fa la sera?

Questi e altri dati, che sarai capace di raccogliere sia in Agenzia che online, ti daranno l’opportunità di creare contenuti che rispondono esattamente alla domanda  del tuo target.


Advertising (annunci online a pagamento). 

Il cerchio dell’online si chiude con gli annunci a pagamento. Oggi hai a disposizione differenti canali di traffico, cerca quello più adatto alle tue esigenze.

  • Servizi premium dei portali immobiliare. Oggi la maggior parte dei portali offre servizi specializzati che ti permettono di avere tutta una serie di vantaggi aggiuntivi, che sostanzialmente si traducono in maggiore visibilità nei confronti dei competitor.

 

  • Facebook Advertising. Un campo un po’ tosto da digerire e non proprio adatto a tutti. Ma ad oggi le sponsorizzazioni a pagamento su Facebook sono lo strumento più potente che hai a disposizione per raggiungere un numero sempre maggiore di persone in target per offrirgli i tuoi servizi. Lo sai che grazie a queste puoi promuovere un annuncio immobiliare nel raggio di qualche kilometro dalla proprietà in questione e far si che venga mostrata esclusivamente alle persone che si sono trasferite in città negli ultimi 30 giorni? Rispolvera il mentalista che è in te, dai sfogo alla tua esperienza e crea il tuo target perfetto! Ma occhio ai costi. Anche le ads stanno diventando un campo minato, saturo e alla portata di tutti, con la conseguenza che i prezzi continuano a lievitare vertiginosamente.

 

  • Google Adwords. Se con le Facebok Ads il nostro obiettivo era quello di farci trovare tra un post e l’altro da leads caldi compatibili con la nostra offerta, con Google Ads saremo capaci di rispondere esattamente ai bisogni dei clienti che già ci stanno cercando, anche se ancora non lo sanno. Comparire tra i primi risultati nella Ricerca Google, pagando soltanto in caso di click agli annunci collegati alle parole chiave per noi più pertinenti, sarà un ottimo boost per i nostri servizi. Ma occhio, anche in questo caso, ai costi, resi alti soprattutto dalla presenza massiccia dei noti portali immobiliari.

 

Termina qui questa prima parte del viaggio nel web marketing immobiliare, continua a seguirci sulla nostra pagina Facebook Mediatori Group Business per restare aggiornato sugli ultimi trend del mercato immobiliare.

s
skin-dx